Un gruppo di ricercatori della prestigiosa Universita’ Tsinghua di Pechino ha realizzato un LED con grafene in grado di emettere luce in quasi tutto lo spettro visibile: dal blu (450 nm di lunghezza d’onda) al rosso (750 nm lunghezza d’onda). Un tale LED con regolazione del colore non è mai stato realizzato.

The graphene-based LED’s color depends on the applied voltage. The red and blue diagrams show electrons excited to different energy levels, corresponding to different photon energies and therefore different colors of light emission. Credit: Wang, et al. ©2015 Nature

The graphene-based LED’s color depends on the applied voltage. The red and blue diagrams show electrons excited to different energy levels, corresponding to different photon energies and therefore different colors of light emission. Credit: Wang, et al. ©2015 Nature

Gli scienziati hanno prodotto il materiale luminescente sfruttando due diversi composti basati sul grafene: Ossido di Grafene (GO) e Ossido di Grafene “ridotto” (rGO). Tra questi due materiali (GO e rGO) è stato realizzato uno speciale materiale di rGO che ha proprietà ottiche, fisiche e chimiche presenti sia nel GO che nel rGO. La proprietà più importante dello strato d’interfaccia è che ha una serie di livelli energetici discreti che consentono l’emissione di luce a differenti colori.

(Top) The light-emitting layer lies at the interface between graphene oxide (GO) and reduced graphene oxide (rGO). (Bottom) Typical electroluminescent spectra of a single graphene-based LED. Credit: Wang, et al. ©2015 Nature

(Top) The light-emitting layer lies at the interface between graphene oxide (GO) and reduced graphene oxide (rGO). (Bottom) Typical electroluminescent spectra of a single graphene-based LED. Credit: Wang, et al. ©2015 Nature


Questa particolare proprietà è interessante perché né GO nè RGO (o qualunque altra forma conosciuta di grafene) possono emettere luce. Nel loro lavoro, i ricercatori hanno prodotto e testato 20 LED basati su grafene. In generale, i dispositivi hanno dimostrato una buona luminosità, ma una scarsa efficienza. Un altro inconveniente del prototipo corrente è una vita molto breve di emissione di meno di un minuto o poco più in condizioni ambientali e di circa 2 ore nel vuoto. La breve durata sarebbe dovuta all’ossidazione in aria e prevedono che rivestimenti protettivi possano migliorarne le performance.

Fonte: Graphene Info


Emilia Romagna Efficienza Energetica Bando

Le PMI dei settori del commercio e del turismo che operano in Emilia Romagna possono partecipare al Bando per contributi per interventi finalizzati al risparmio energetico, miglioramento dell’efficienza energetica e produzione di energia da fonte rinnovabile.

Il Bando parte da oggi (9 marzo) al 31 marzo 2015 e saranno ammesse anche le spese sostenute dal 1 gennaio 2014. Fa parte del Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale Por Fesr ed e’ rivolto a piccole medie imprese, consorzi e/o societa’ consortili, costituiti anche in forma cooperativa o di associazione temporanea d’impresa.

Il Bando del Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale Por Fesr, è rivolto appunto alle piccole e medie imprese, compresi i consorzi e/o le società consortili, costituiti anche in forma cooperativa o di associazione temporanea d’impresa.
In particolare, per il settore turismo potranno presentare domanda di contributi le strutture ricettive alberghiere, extra-alberghiere e strutture ricettive all’aria aperta. Sono inoltre ammesse le imprese la cui attività rientra nelle categorie definite come stabilimenti balneari e termali, discoteche e sale da ballo.
Invece per il settore del commercio, la misura si rivolge alle imprese che esercitano attività all’ingrosso o al dettaglio e di somministrazione al pubblico di alimenti o bevande.
Il Bando richiede una spesa non inferiore a 20.000 euro. Il contributo regionale è concesso nell’ambito della regola del “de minimis”, nella misura massima del 40% delle spese ammesse e fino ad un massimo di 150.000 euro. Gli interventi dovranno essere completamente realizzati entro il 30 settembre 2015.La domanda e i relativi allegati devono essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa e inviati tramite posta certificata all’indirizzo energia@postacert.regione.emilia-romagna.it, dal 9 marzo 2015 alle ore 17 del 31 marzo 2015, riportando nell’oggetto “Domanda ai sensi dell’attività III.1.2 dell’Asse 3 del POR 2007-2013”.Per informazioni: Bando e modulistica

Sportello Imprese: 848800258
Numero verde: 800662200
email: infoporfesr@regione.emilia-romagna.it

Fonte: Qualenergia.it